B/1 - L'opposto Emanuele Corso dal Brolo alla Maceri Volley Letojanni.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Nov 20th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Volley Maschile B/1 - L'opposto Emanuele Corso dal Brolo alla Maceri Volley Letojanni.

B/1 - L'opposto Emanuele Corso dal Brolo alla Maceri Volley Letojanni.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La trattativa si è rivelata abbastanza lunga. Già dall’inizio dello scorso mese di luglio. Con incontri informali, telefonate da parte dei dirigenti letojannesi e prese di posizione del Milazzo, che alla fine si sono risolte positivamente anche per il buon sangue che corre da sempre tra il Tirreno e lo Jonio.

Perché se la Siciliana Maceri Volley Letojanni, che a settembre si ritroverà al Pala “Letterio Barca” per iniziare una nuova avventura nel campionato di serie B, è riuscita ad assicurarsi le prestazioni sportive dell’opposto Emanuele Corso un grande merito va dato sicuramente agli ottimi rapporti tra due sodalizi, quello mamertino e quello peloritano, che, nelle scorse ore si sono seduti ad un tavolo e hanno partorito il cosiddetto colpo di mezza estate.

Un acquisto, quello del classe 1993, che nella stagione 2016/2017 ha assunto un ruolo fondamentale e di peso, tra le fila del Volley Brolo, condotto alla salvezza proprio grazie alle diagonali di un giocatore che ha deciso, di comune accordo con la squadra milazzese, di trasferirsi a Letojanni per vivere un’altra stagione da protagonista. Nel Brolo c’è riuscito alla grande, nel Letojanni le previsioni fanno ben sperare, anche alla luce del fatto che accanto avrà l’ex compagno Ennio Scollo, martello ricettore che, giorni fa, ha raggiunto l’intesa con la società dei fratelli Soraci e sarà a disposizione del nuovo tecnico Flavio Ferrara anche per quest’annata.

Assieme, ovviamente, alla banda Mauro Princiotta (anche lui brolese), al jolly Carmelo Mazza, al palleggiatore Maurizio Schifilliti, ai centrali Stefano Remo e Gianluca Schipilliti e al libero Orazio Ruggeri, autentici pilastri di una compagine che ha disputato una stagione, l’ultima, conclusasi con risultati al di là delle più rosee aspettative.

Secondo posto in classifica e semifinali play-off per la promozione in serie A2 contro un Latina spregiudicato, più forte solo al livello fisico e che si è qualificato alla finale (poi persa con Gioia del Colle) solo a gara 3. Un risultato che la società letojannese ha intenzione di riottenere, ma che quest’anno sarà ancora più difficile da inseguire, visto che il tasso tecnico dei roster, che si presenteranno ai nastri di partenza ad ottobre, risulta molto più alto rispetto a quello dell’annata precedente. Sulla carta la favorita per il salto di categoria risponde al nome di Conad Lamezia, che giocherà molto probabilmente un campionato a parte (campagna acquisti da serie A!). A seguire l’Universal Catania, il Pozzallo, il Cinquefrondi e il Palermo, ma anche il Raffaele Lamezia, che dovrebbero lottare per le prime posizioni in classifica.

Ma c’è da dire che una piazza come Letojanni avrà il piacere di riabbracciare l’ex Luca Degli Esposti e l’esperto e prolifico centrale Nicola D’Andrea. Sia il primo, che ha militato nelle stagioni 2005/2006 e 2006/2007 in serie A1, tra le fila del suo Spoleto, che il secondo, rimasto fermo ai box per problemi fisici per più di sette mesi, hanno accettato di scommettere sul nuovo progetto, targato Ferrara, a cui ha aderito anche Giuseppe Mastronardo, uno dei protagonisti della promozione  dei messinesi dalla C alla B2, avvenuta 3 fa. E non è detto che, nel corso delle prossime settimane, in riva allo Jonio possano arrivare ulteriori e improvvise sorprese …

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci