Sfuma la promozione in Prima Categoria per il Città di Roccalumera, la finale play-off fa gioire il Rodi Milici.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Nov 22nd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home 2 ^ Categoria Sfuma la promozione in Prima Categoria per il Città di Roccalumera, la finale play-off fa gioire il Rodi Milici.

Sfuma la promozione in Prima Categoria per il Città di Roccalumera, la finale play-off fa gioire il Rodi Milici.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Questa  volta i tempi supplementari sono stati fatali per il Città di Roccalumera che si deve arrendere alla maggior freschezza atletica del Rodi Milici che espugna il comunale roccalumerese è vola in Prima Categoria. A decidere la finale play-off del campionato di Seconda Categoria i tre giocatori di maggior classe ed esperienza Cicero, il capocannoniere del torneo Gabriele Torre e Milia, solo illusione per il gol che ha portato in vantaggio i locali con una splendida conclusione di Thomas Crementi.

Il cammino per arrivare in finale: Il Città di Roccalumera dopo aver chiuso al primo posto in classifica il campionato in coabitazione con il Milazzo Academy (51 punti), si è arreso allo spareggio sui calci di rigore, poi la vittoria nella gara  di semifinale contro il Real Merì. L’altra contendente alla promozione in Prima Categoria, il Rodi Milici ha chiuso la regolare stagione in quarta posizione, poi la vittoria in semifinale 2-1 sul campo dell’Itala, adesso il trionfo sul campo del Roccalumera per 3-1 che vale la conquista della Prima Categoria. Nelle due gare di campionato, due successi per la formazione di Imbesi, nella gara di andata sbanca roccalumera per 3-1, nel ritorno vittoria per 2-0.

Lo scenario della finale: Una buona cornice di pubbico hanno riempito la gradinata del Comunale di Roccalumera in maggioranza di fede rossoblù, tifosi del Rodi Milici arrivati a sostenere i propri beniamini con macchine e pullman hanno sostenuto con una grande passione con canti e inni i propri giocatori nel corso dell’intera gara con l’apoteosi del terzo gol proprio allo scadere che ha dato inizio all’apoteosi della festa promozione.

Alla gioia di una tifoseria, l’amarezza e la delusione da parte dei sostenitori locali quelli che tenevano veramente alla squadra nell’ultimo atto per il traguardo della prima categoria che sembrava a portata di mano dopo un campionato condotto sempre in vetta……alla fine la lotteria dei play-off è stata fatale, amarezza che non cancella l’ottima stagione disputata tra le difficoltà dalla compagine del Presidente Antonino Sterrantino.

La  gara: La finale tra Città di Roccalumera e Rodi Milici si apre con il minuto di raccoglimento pe la scomparsa in settimana dell’ex fischietto Farina.  Fischio d’inizio con una temperatura piuttosto calda che ha condizionato la gara che vede subito in avanti il Città di Roccalumera che si rende pericoloso al 5’ con una splendida azione lancio in verticale per Antonio Scarci con un perfetto pallonetto supera il portiere in uscita, nell’attimo della conclusione nella porta sguarnita arriva il difensore ospite Chillemi che sbriga la matassa mandando la sfera in angolo.

Un buon avvio per i ragazzi di mister Carmelo Campailla (in tribuna per squalifica) in panchina Enzo Famulari che ci provano con un tiro dal limite di Leo di poco fuori. Il Rodì che deve assolutamente vincere, con un’ottima organizzazione di gioco cerca di riproporsi con delle ottime ripartenze anche se non portano a seri pericoli alla porta di Trimarchi. Ecco che al 28’ il Comunale s’infiamma per il vantaggio del Città di Roccalumera: dalla destra Gaeta mette un perfetto traversone in area avversaria per Thomas Crementi che dal limite fa partire un perfetto sinistro che fa gonfiare la rete di Salvatore Torre per l’esultanza dei tifosi locali. Si mette subito sui binari giusti la gara per il Città che controlla la pronta reazione ospite con un tiro di Cicero, per il resto la prima frazione ha visto le due squadre bloccate tatticamente che porta all’intervallo con il vantaggio per 1-0 del Città.

La ripresa si apre con un tentativo di Crementi, gran gara quella dell’attaccante di casa, risponde all’8’ Cicero con un colpo di testa. Rispetto alla prima frazione, il Rodi Milici alza in baricentro del gioco, con il Città che arretra pronta a colpire in contropiede, al 56’ ottima sponda di Cicero per Calabrò il cui tiro termina fuori dallo specchio della porta.  Sul lato opposto ci prova Simone Carnabuci su passaggio di Crementi. Al 60’ arriva il pareggio del Rodi Milici dalla sinistra Gabriele Torre mette al centro sul lato opposto dove trova la testa di Calabrò in versione assist-man per Cicero che stacca più di tutti è non perdona Trimarchi.

Il gol dà morale agli ospiti che adesso cercano con più insistenza il gol del sorpasso, nelle file del Città di fa sentire la stanchezza, il Rodi Milici va al tiro con Calabrò e Fazio con Trimarchi a bloccare. A tre minuti dalla fine l’incontro si accende improvvisamente, non per una spettacolare giocata, ma per atteggiamenti dei giocatori protagonisti di un momento di tensione che il direttore di gara risolve con il cartellino rosso mandando anzitempo Capitiniti e Puglisi per il Città di Roccalumera e Calabrò per gli ospiti.  Si ritorna a giocare con il Città in nove e gli ospiti in dieci che porta al fischio finale dei 90’ con il punteggio di 1-1 che porta le due squadre ai tempi supplementari.


Tempi Supplementari: Nell’extra time, parte subito bene il Città con Crementi con Torre che para. Sugli sviluppi di un calcio di punizione di Fazio arriva il colpo di testa di Manuri di poco fuori. Il Rodi prova a vincere, mentre il Città non ha più benzina nelle gambe,  all’8’ il portiere locale si salva deviando in angolo una conclusione di Cicero. Risponde Simone Carnabuci che da ottima posizione ritarda l’attimo giusto per concludere in porta. Al 13’ il Città va vicino al gol su punizione dal versante destro di Leo che trova la pronta parata di pugni di Torre che devia in angolo. Prima della conclusione del primo tempo supplementare ancora Simone Carnabuci di poco fuori.

Si ritorna in campo per gli ultimi 15’ con il Rodi fermo sull’1-1, punteggio che premia i locali per il salto di categoria, al primo affondo il duo Milia ispiratore  e Gabriele Torre finalizzatore portano in vantaggio il Rodi, gol pesante che può valere la “promozione”.  Il Città accusa il colpo, entra in campo l’esperto attaccante Cannata per riacciuffare la parità e la Prima Categoria, possibilità che viene definitivamente sopita al 121’ quando Catalfamo pennella un perfetto traversone per la testa di Milia che sigla il 3-1  in contemporanea arriva il triplice fischio finale che  dà inizio ai festeggiamenti per la conquista della Prima Categoria.

GUARDA IL VIDEO DEI FESTEGGIAMENTI DEL FINE GARA DEL RODI MILICI

Città di Roccalumera  - Rodi Milici   1-1 (1-3 dts)

Marcatori: 28' Crementi,  60’ Cicero, 4' sts G. Torre, 16' sts Milia.

Città di Roccalumera: Trimarchi, Di Bella (3' sts Cannata), Leo, Smiroldo, Puglisi, Ispoto, Scarci (80’ Peppe Briguglio), Gaeta, Campagna (62’  Capiniti), Crementi, Carnabuci.  All.: Campailla (squalificato), in panchina Famulari.

Rodì Milici: S. Torre, Aliberti, Munafò, Caccamo (46’  Calabrò), Chillemi, Trifilò, Torre Samuele (81’ Manuri), Fazio, Cicero (10' pts ​Catalfamo), Milia, G. Torre.  All.: Campisi

Arbitro: Mucera di Palermo Assistenti: Chichi di Palermo e Piccichè di Trapani

Ammoniti: Di Bella, Ispoto e Crementi (Città di Roccalumera), Caccamo (Rodi Milici).

Espulsi: 87’ Capiniti e Puglisi (Città di Roccalumera), Calabrò (Rodi Milici).

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA SULLA PAGINA FACEBOOK "SPORTJONICO GIORNALE SPORTIVO"


 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci