La Spadaforese fa tremare la capolista Milazzo, nel finale lo Sporting Club Villafranca supera l'Agostiniana, la Pro Mende vince senza scendere in campo, all'Alias il derby con il Città di Roccalumera, Tamà-Merlino fanno volare la Robur.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
May 29th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 La Spadaforese fa tremare la capolista Milazzo, nel finale lo Sporting Club Villafranca supera l'Agostiniana, la Pro Mende vince senza scendere in campo, all'Alias il derby con il Città di Roccalumera, Tamà-Merlino fanno volare la Robur.

La Spadaforese fa tremare la capolista Milazzo, nel finale lo Sporting Club Villafranca supera l'Agostiniana, la Pro Mende vince senza scendere in campo, all'Alias il derby con il Città di Roccalumera, Tamà-Merlino fanno volare la Robur.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Non sono mancate le sorprese nella 12^ giornata di ritorno del campionato di Serie D maschile di Messina: grande prova della Spadaforese che va vicino al colpaccio sul campo della capolista Milazzo che nel finale riacciuffa il pareggio (7-7) che fa scivolare il vantaggio da +6 a +4 sull’immediata inseguitrice Sporting Club Villafranca che supera al fotofinish una combattiva Agostiniana (4-3). A tre giornate dalla fine, con nove punti a disposizione tutto può accadere per la vittoria finale che vede sempre favorito il Milazzo, nonostante la battuta d’arresto.

La classifica vede il Milazzo al comando con 68 punti, Sporting Villafranca 64, Pro Mende 63 ( ha vinto a tavolino 6-0 la gara casalinga contro la Pgs Aliese) e Spadaforese 60. Queste le prime quattro posizione che possono mutare nelle tre prossime gare che decreteranno i valori definiti di una esaltante, spettacolare ed emozionante stagione:  il Milazzo giocherà contro l’Atene, poi in casa con il Domenico Savio e Giovanni Paolo II, i rivali dello Sporting Club Villafranca, invece, inizieranno sul campo dell’Alias,  in casa con il Futsal S. Lucia, per concludere la stagione sul campo del fanalino di coda del S. Alessio, mentre la Pro Mende farà visita al Mongiuffi, poi Spadaforese in casa, per concludere in casa dell’Atene. Per i gialloneri di mister Famà, impegno in casa con il Giovanni Paolo II,  poi la trasferta sul campo della Pro Mende,   ultima stagionale in casa con il Comprensorio del Tirreno.

In ballo non solo  il primato, anche se il calendario è nettamente favorevole ai ragazzi di mister Rosi che già, salvo sorprese potrebbero festeggiare la “promozione” contro il Savio, vi è anche il secondo posto (Sporting Club Villafranca e Pro Mende) con la Spadaforese per rientrare deve sperare in qualche passo falso delle due squadre che lo precededono.

Per il resto la giornata ha visto il ritorno alla vittoria del Domenico Savio che si aggiudica (9-4) il derby cittadino con l’Atene, un successo che vale la quinta posizione (49 punti)  permette di mantenere un vantaggio di ben quattro punti sul Comprensorio del Tirreno (45 punti).  Altri numeri della giornata la prima volta in settima posizione dell’Agostiniana che aggancia a 36 punti la PGS Aliese ( in settimana il giudice ha inflitto un punto di penalizzazione per la rinuncia della partita con la Pro Mende, da 37 a 36) riaprendo in sostanza la corsa che sembrava qualche settimana fa in mano alla squadra del Presidente Liliana Bonfiglio.

Una bella lotta per la settima posizione che assegna un posto nei play-off, ma per l’effetto dei +10 dalla quarta posizione (al momento la Spadaforese a +24 accede direttamente alla semifinale). Le due compagini, non solo lotteranno nelle prossime tre gare per “accaparrarsi” il settimo posto, ma di “conquistare” la leadership della prima squadra in classifica delle riviera jonica.

Cercheranno di entrare nella lotta la Futsal S. Lucia (34 punti) sconfitta per 10 -4 dalla Robur Letojanni che segue a 33 punti.  Con la conquista della decima vittoria stagionale, ci spera pure il Giovanni Paolo a fare da terzo incomodo (32 punti), come pure l’Alias che sembra aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori (30 punti).

Per il resto, decretato l’ultimo posto del S. Alessio, si è aperta una piccola lotta nei bassi fondi della classifica: tra lAtene  sconfitta in casa 9-4 d alla Spadaforese e il Città di Roccalumera sconfitto nel derby (8-1) dall’Alias sono appaiate a 23 punti, con il Mongiuffi a quota 19 che ha perso 7-4 con il Giovanni Paolo cercherà nelle prossime tre gare di lasciare il penultimo posto alle rivali.

Le gare: Il Milazzo rischia grosso con la Spadaforese raggiunta quando sembrava ormai di aver in tasca la vittoria poi il capocannoniere del torneo Felice Puglisi mette il sigillo del pareggio ad una gara veramente spettacolare, sempre in bilico dal risultato altalenante che ha regalato tante emozioni in campo ed in tribuna. Alla fine un pareggio (7-7) che ha visto protagonisti in assoluto la coppia Felice e Mario Puglisi (tripletta per loro) e Del Monaco per i rossoblu eoliani, mentre per i gialloneri doppiette del trio Scibilia, Pitale e Macrì ed un gol di Laganà.

Dal mezzo passo falso della capolista, ci spostiamo al Santino La Rosa di Villafranca dove i ragazzi di mister Giovanni Alidò fanno soffrire la seconda forza del torneo, lo Sporting Villafranca che al foto finish, prima riacciuffa il risultato poi effettua il sorpasso con Alberto Costa. In gol per  tirrenici anche il capitano Orazio Lucà e Antonino Pirrone. Per l’Agostiniana in partita sino al triplice fischio finale la doppietta di Miano e Alidò.

Seconda vittoria consecutiva e quinta stagionale fuori casa per l’Alias che sale sull’ottovolante al Lacco Stadium nel derby con il Città di Roccalumera: i ragazzi di mister Briguglio partono subito forte portandosi sul doppio vantaggio, grazie a due ripartenze fulminanti.  Il Città di Roccalumera cerca di accorciare le distanza, ma trova nel portiere Monaco e nella difesa ospite ben condotta da Mario Bonarrigo e Sergio Briguglio che chiudono ogni varco alla finalizzazione dei locali.

Nonostante il vantaggio, l’Alias ha delle ottime occasioni per andare in rete, ma vengono sciupate come per esempio al doppio palo colpito dal mister-giocatore Sergio Briguglio. Nella ripresa arriva le altre marcature, in tutto otto le reti segnati con una quaterna dello scatenato Gabriele Briguglio, la doppietta di Piero Andronaco, il sigillo del capitano Carmelo Rao,poi tocca al portiere Emanuele Monaco: prima con una splendida parata evita il gol, ripartenza immediata dell’estremo numero uno con  palla al piede smista sulla sinistra per Gabriele Briguglio che ritrova tutto solo Monaco per il secondo gol stagione.  Prima dell’ottavo gol arriva il gol del Roccalumera su un tiro da fuori scoccato da Dario Luchino che vede la deviazione di Bonarrigo. Una vittoria per l’Alias che continua a buttare il cuore l oltre l ostacolo con gli uomini contatti.

Ritorna il sorriso in casa gialloblù del Domenico Savio che dopo due sconfitte consecutive con le prime della classe si aggiudica il derby cittadino (9-4) con l’Atene, un successo targato Carmelo Ruggeri, autore di una tripletta e alla doppietta di Stephan Basile, poi in gol Carbone, Irrera, Giorgianni e Russo.

Valanga di reti per il Comprensorio del Tirreno (12-2) sul fanalino di coda del S. Alessio, in casa la compagine tirrenica è un ruolo comprensore, ben 11 le vittorie conquistate su 14 gare conquistate. Una giornata ricca di marcature grazie alla tripletta di Federico Bonanno, alla doppietta di Sebastian Bella, ed un gol a testa di  Uccio De Pasquale,  Igor Pirrotta, Nunzio Famá, Giuseppe Alleruzzo, Salvatore Genovese e Samuele Cannistrà, oltre ad un’autorete in proprio favore.

Per la compagine alessese in gol Giovanni Licitra e Mario Sindoni.

Decima vittoria stagionale per la simpatica formazione del Giovanni Paolo II (7-4) al Mongiuffi Melia con Simone Cacciatore protagonista, autore di una tripletta, oltre alla marcatura di Gullotta. Per la formazione di Gaetano Passalacqua vanno in rete con una doppietta Danilo Nicolosi e Giovanni Maganza ed i gol di Lillo Zuccarello, Lillo e Giovanni Broccio.

La Robur fa dieci con la Futsal S. Lucia  con due protagonisti in assoluto: Mirko Merlino e Marco Tamà che fanno cinquina. Una gara in salita per i ragazzi di mister Mario Curcuruto che va sotto di due reti, poi la reazione che porta i roburini sul 5-2. La formazione di mister Andaloro cerca di rientrare in gara per il 5-3, poi arriva subito il 6-3 locale che tiene a debita distanza gli avversari che alla fine si devono arrendere per 10-4. In gol per la Futsal con una doppietta Alessandro Lazzaro e Davide Lipari, un gol di Alessio Amalfi.

 



Video - Primo Piano


UNA STAR PER I TUOI EVENTI.....

INFO: 3402522611

Trasmissione Sportiva

dirette-news su Inter, Juve, Napoli e Roma.

Top menu

Contattaci