La Pro Mende frena la marcia della capolista Sporting Club Villafranca, il Milazzo supera l'ostacolo Alias. Ciclone Domenico Savio contro la Robur. Comprensorio del Tirreno e PGS Aliese consolidano i play-off.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Dec 13th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Calcio a 5 La Pro Mende frena la marcia della capolista Sporting Club Villafranca, il Milazzo supera l'ostacolo Alias. Ciclone Domenico Savio contro la Robur. Comprensorio del Tirreno e PGS Aliese consolidano i play-off.

La Pro Mende frena la marcia della capolista Sporting Club Villafranca, il Milazzo supera l'ostacolo Alias. Ciclone Domenico Savio contro la Robur. Comprensorio del Tirreno e PGS Aliese consolidano i play-off.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La settima di ritorno ha dato un altro scossone alla classifica del campionato di Serie D maschile di Messina: al comando c’è sempre lo Sporting Club Villafranca che non è andato oltre il pareggio casalingo (3-3) imposto dalla Pro Mende. Un mezzo passo falso per la capolista  (54 punti) che potrebbe costare caro alla fine del campionato, attualmente vanta due punti di vantaggio sull’altra contendente al salto di categoria il Milazzo (52)  che ha vinto sul campo dell’Alias (14-6) ma con una gara da recuperare (in casa con il Città di Roccalumera), tre punti se conquistati porterebbe la compagine rossoblù a scavalcare i biancoverdi di Villafranca di un punto. Ancora mancano diverse giornate, tutto può accadere in un testa a testa che sicuramente si risolverà allo sprint finale.

Un turno favorevole per la Spadaforese che passa allo Stadium di Lacco superando con un punteggio tennistico 6-2 il S. Alessio. Adesso i gialloneri di mister Fabio Famà con 50 punti sono da soli sul terzo gradino del podio, a due lunghezze segue la Pro Mende che con grande prova esce imbattuta dal parquet “S. La Rosa” di Villafranca. Anche qui le due posizioni si decideranno nelle ultime tornate di campionato.

Non molla il Domenico Savio che continua nella sua strisci positiva, nell’ultimo  turno a crollare sotto i colpi dei peloritani la compagine della Robur Letojanni che subisce un pesante passivo (16-1). Una striscia positiva che dura da molte settimane che hanno proiettano i ragazzi del Presidente Vincenzo Morabito saldamente al quinto posto (40 punti).

Si confermano le altre due squadre che da diverse settimane occupano il sesto posto (Comprensorio del Tirreno 35 punti ) che passa con autorità sul campo del Città di Roccalumera dai due volti, sotto di due gol con rimonta finale 5-2 (la PGS Aliese) che non fa sconti al Mongiuffi desideroso di ritornare alla vittoria, alla fine è stato 5-1 per gli aliesi che si confermano con 34 punti in settima posizione, ultimo gradino per accedere alla lotteria dei play-off.

Si fa avanti la Futsal S.Lucia che conquista  tre punti casalinghi contro un coriaceo Atene in vantaggio per 3-1 alla fine subisce la rimonta locale (4-3) che vale  in classifica l’ ottava posizione con 30 punti, tre punti che hanno permesso di scavalcare l’Agostiniana. La compagine del mister Alidò conquista i tre punti superando per  5-2 la combattiva compagine Giovanni Paolo II che si porta  in classifica a quota 28 punti. Lontane ormai per un possibile inserimento nei piani alti la Robur Letojanni alla sua quinta sconfitta consecutiva (25 punti) e la coppia Città di Roccalumera – Alias  (24 punti), sconfitte entrambe in casa dal Comprensorio e Milazzo.

Le ultime posizione  vede il Giovanni Paolo II (23 punti) che sul campo dell’Agostiniana collezionata la sua terza sconfitta consecutiva. Invece, continua a non conquistare punti l’Atene (10 giornate ) ferma da tanto tempo a quota 20 punti. Una prova convincente a S. Lucia del Mela con i rossoneri in vantaggio per 3-1 poi viene fuori la Futsal. Perde ancora il Mongiuffi (5-1) sul campo della Pgs Aliese alla sua dodicesima sconfitta consecutiva. Chiude la classifica i S. Alessio (5 punti)  che gioca bene, alla fine è la Spadaforese a conquistare i tre punti che valgono il quarto posto (50 punti).

I gemelli del gol Felice e Mario Puglisi asfaltano l’Alias che si era portato in vantaggio: La compagine di mister Rosi, in una giornata dal clima prettamente invernale, sul campo dell’Alias aveva un solo risultato per rimanere agganciata alla capolista Sporting, di contro i ragazzi di mister Sergio Briguglio sono scesi in campo per cercare un risultato di prestigio. Eppure la gara si era messa subito sui binari giusti per gli aliesi che sbloccano il risultato con Pietro Andronaco.

Ma si trattava solamente di un’illusione, i rossobu milazzesi cambiavano il ritmo alla gara che portava Ziino a ribaltare il risultato (2-1) poi arriva il gol di Del Monaco (3-1), la doppietta di Groppo (5-1) e il primo gol di Felice Puglisi che porta il risultato sul 6-1 con cui si chiude la prima frazione di gara. C’è da dire che nel mezzo delle marcature degli ospiti, l’Alias a colpito un palo e sprecato diverse occasioni, nello stesso tempo Monaco ha compiuto delle parate che hanno evitato un ulteriore passivo.

Nella ripresa si scatenano Felice (tre gol) e Mario (quattro) Puglisi per l’Alias non c’è niente da fare anche se va in gol per ben due volte con il capitano Carmelo Rao, Gabriele Briguglio e Mario Bonarrigo. L’Alias applica la tattica del 5 in movimento che porta al gol il portiere Emanuele Monaco con un da tiro da fuori sotto l’incrocio dei pali.  Risultato finale 14-6 per il Milazzo, nonostante la sagra dei gol i due portieri sono stati protagonisti con ottimi interventi. Nell’Alias si è fatta sentire nel reparto arretrato l’assenza di Intelisano, oltre alle non ottime condizioni fisiche dei gemelli Andronaco non al top,  fino al  giorno prima dell’incontro febbricitanti.

alderoneLo Sporting si fa imporre il pareggio casalingo da una volitiva Pro Mende: Come nella precedente gara contro il Giovanni Paolo,  i primi della classe soffrono per sbloccare il risultato tanto da chiudere la prima frazione sul punteggio di 0-0. Poi nella ripresa arriva le tre reti per parte che hanno sancito un punto a testa, un punteggio che ha frenato i rispettivi cammini: i biancoverdi di mister Scibilia adesso rischiano di perdere il primato  e la Pro Mende scivola in quarta posizione.

Un’incontro tra due squadre che si conoscono a memoria, giocata sul filo dell’equilibrio con le due formazioni che hanno cercato di superarsi a vicenda, quando ci riuscivano venivano prontamente raggiunti dagli avversari. Protagonisti due giocatori autori di una doppietta Giuseppe De Meo (Sporting Villafranca) e Vincenzo Burrascano (Pro Mende),  la terza marcatura locale porta la firma del capitano Orazio Lucà, per i giallorossi ospiti in gol in apertura Luca Mirabile.

Il Città di Roccalumera dai due volti avanti per 2-0  nel primo  tempo, per crollare nella ripresa sotto i colpi del Comprensorio del Tirreno: Continua l’altalena delle prestazioni del Città di Roccalumera, anche contro i tirrenici del Comprensorio in lotta per i play-off, i ragazzi di mister Roberto Nicotra imprimono il loro gioco tanto da portarsi sul doppio vantaggio  grazie alle reti d Francesco Carciotto e Giovanni Santoro. Poi nella ripresa il calo mentale o la forza d’urto del Comprensorio  è venuta fuori tanto che il Città  subisce la rimonta con un Igor Pirrotta autore di una doppietta, poi esultano Federico Bonanno, Giuseppe Alleruzzo e Nicodemo Cannuni per il 5-2 finale. Per la cronaca due espulsi in casa del Città: Pantò e Trimarchi. Il Comprensorio sempre più lanciato per la conquista di un posto play-off, ancora una volta il Città esce ridimensionato dal’obiettivo stagionale.

La Spadaforese con un punteggio tennistico si porta a casa tre punti fondamentali per il suo cammino play-off, al S. Alessio non basta la volontà: La Spadaforese di mister Fabio Famà cercava i tre punti per continuare il suo duello a distanza con la Pro Mende, quindi massima determinazione nell’affrontare la compagine alessese ultima in classifica ma non facile da domare. Vittoria finale per la Spadaforese che cala un classico set di gol:  due Francesco Laganà, poi in gol Francesco Rinaldi che apre le marcature, Salvatore Formica, Daniele Pitale e Davide Saraniti.

La PGS Aliese fa suo il derby jonico con il Mongiufi: Importante vittoria per la compagine aliese favorita alla vigilia contro il Mongiuffi, poi sul campo gli ospiti hanno reso vita dura ai padroni di casa, alla fine a conquistare l’intera posta in palio in una gara in cui si è visto molto turn over sono state i ragazzi del capitano Giuseppe Cinturrino che si confermano sempre più lanciati alla conquista di un posto nei play-off. L’unico gol messo a segno dal Mongiuffi è stato siglato da Simone Cacciatore. Per i padroni di casa vanno in gol con Nicolò Randisi, l’esperto Alessandro Aloisi, Giuseppe Carpo (al suo primo gol in maglia aliese), Manganaro e Petirro.

Domenico Savio sempre di più rullo vincente……..siamo a 11 risultati utili consecutivi per i gialloblù, la Robur molto fragile: Continua l’ascesa dei ragazzi di mister Passalancqua che non conoscono ostacoli, nel turno odierno hanno asfaltato la Robur Letojanni priva di diversi elementi delle rosa, alla fine uno scatenato Giuseppe Carbone (cinquina per lui),  alle quattro doppiette di Irrera, Grasso, Basile e Ruggeri, fanno eco i gol di Giorgiogianni, Maugeri e Moschella. Risultato finale 16-1 per la squadra più in forma del campionato.

Alessio Amalfi dà la carica per la rimonta del Futsal S. Lucia da 1-3 a 4-3 Atene battuto:  Per gran parte della gara i ragazzi di mister Andaloro sono stati costretti ad inseguire la compagine peloritana dell’Atene che subito il gol in apertura da Alessio Amalfi, è riuscita a ribaltare il punteggio chiudendo la prima frazione in vantaggio per 2-1.  I padroni di casa hanno cercato con insistenza il pareggio, numerosi i tentativi che sono state neutralizzati dall’ottimo portiere ospite.

Al rientro in campo subito in pressing il Futsal, ma sono ancora i rossoneri messinesi a siglare il 3-1. La gara sembrava indirizzata verso il successo per l’Atene, ma non è stato così, a dare nuovamente fiducia alla Futsal è stato Stefano Andaloro che accorcia le distanze. Il gol dà animo ed ecco che arriva il 3-3 che porta la firma di Alessio Amalfi. Adesso i padroni di casa credono nella vittoria che arriva poco meno prima del triplice fischio finale con un colpo vincente di Fortunato Santamaria per il 4-3 definitivo.

Agostiniana fa sua la gara con il Giovanni Paolo: Una gara a di là del punteggio finale è stata combattuta sino al triplice fischio con i ragazzi di mister Alidò che sbloccano il risultato con Dario Cicala, poi arriva il gol di Antonino Crisafulli, ecco nuovamente il sigillo del fantasista di casa Dario Cicala. A sancire la vittoria arriva la doppietta del giocatore-allenatore Giovanni Alidò. Per l’Agostiniana un altro successo importante che le permette di stare a ridosso delle squadre impegnate alla conquista di un posto play-off.


 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci