B/1 - La Maceri Letojanni conquista Palermo al tie-break: avanti di due set, si fa rimontare,poi la stoccata decisiva.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Aug 17th
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Volley Maschile B/1 - La Maceri Letojanni conquista Palermo al tie-break: avanti di due set, si fa rimontare,poi la stoccata decisiva.

B/1 - La Maceri Letojanni conquista Palermo al tie-break: avanti di due set, si fa rimontare,poi la stoccata decisiva.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

L’“incubo” della partita d’andata si stava nuovamente palesando. Ma alla fine, grazie alla voglia di vincere e ad una prestazione convincente da parte di tutti gli atleti scesi in campo, la Siciliana Maceri Volley Letojanni (serie B, girone I) è riuscita ad avere la meglio anche su un Cicala Palermo agguerrito e che, nel corso del terzo e del quarto set, ha tentato di imprimere la svolta e far propria la posta in palio (mettendo in seria difficoltà gli uomini di Centonze soprattutto in attacco).

Un obiettivo che i ragazzi di mister Ferro non sono riusciti a raggiungere, visto che i letojannesi, proprio ieri pomeriggio, hanno violato il parquet del Pala “Oreto”, con un risultato finale di 3 a 2 che ha lasciato intravedere “cuore”, “coraggio” e molta “determinazione” da parte di capitan Schifilliti e compagni. Affermazione al tie-break che, molto probabilmente, mette la parola “fine” alle velleità di promozione dei palermitani, appostati per il momento in quarta posizione, a quota 48 punti, proprio sotto un Letojanni che, ad oggi, sarebbe anch’esso fuori dai “giochi”. Tutto per le contemporanee vittorie di Misterbianco e Cinquefrondi (rispettivamente contro Papyro Fiumefreddo e Vibo Valentia) che hanno rafforzato ancor di più la prima e seconda posizione in classifica (entrambi sono a 54 punti).

Di mezzo ovviamente il Letojanni che, dopo l’exploit in terra palermitana, continua a “sognare” un possibile “aggancio” alla vetta che significherebbe “spareggi” per la A2. Una possibilità che la dirigenza messinese non vuole lasciarsi scappare, visto che il sestetto di Centonze sta viaggiando a velocità sostenuta e si ritrova, ora come ora, al terzo posto in graduatoria, a quota 52 punti. Ad ogni modo le sorti del campionato si decideranno probabilmente all’ultimo giro di lancette, visto che tutto può ancora succedere.

Primo Set: Così come accaduto durante la gara di ieri che iniziava con gli ospiti “in sordina” e i locali con il “freno a mano tirato”. Proprio questi ultimi riuscivano a rimanere “a galla” fino al 5 a 5 ma la veemenza di Mazza and company portava gli jonici a vincere per 8 a 6 il primo time-out tecnico, grazie anche a qualche errore di troppo dei padroni di casa. Al rientro in campo i letojannesi tentavano la “fuga”, ma ciò non avveniva, dato che Geraldi cominciava a mettere giù palloni pesanti a cui la retroguardia ospite non riusciva a rispondere prontamente.

Così, nell’arco di pochi secondi, il Palermo passava in vantaggio di due lunghezze (11 a 9) che venivano annullate da attacchi e muri efficaci degli avversari. Si andava, dunque, punto a punto fino al 13 pari. Da qui in poi peloritani “in auge” e palermitani in affanno. E a sostegno di ciò vi era anche il 16 a 15 per gli uomini di Centonze che non riuscivano a scavare un solco considerevole ma andavano, comunque, a vincere il set per 25 a 23.

Secondo Tempo: Di marca assolutamente ospite il secondo parziale che cominciava con Mazza e Schipilliti all’attacco e Princiotta in grande “spolvero”, così come tutti. E ovviamente il risultato non poteva che essere positivo, con il Letojanni che produceva continuamente trame di gioco interessanti che si traducevano in un eloquente 8 a 1 al primo time-out tecnico. Messinesi superlativi in ogni reparto e locali in bambola.

Questi ultimi tentavano di ritornare in partita ma a nulla servivano i cambi che Ferro effettuava per ridare slancio alla manovra e fiato nei polmoni ai suoi. E così, grazie ad ottime battute e muri di alto livello, gli jonici scavavano un solco di 5/6 lunghezze sugli avversari che venivano mantenute fino al secondo tempo (16 a 11 per i letojannesi). A questo punto si registrava un tiepido risveglio dei locali che, nonostante la buona mole di gioco prodotta in campo, rimanevano lontani dai letojannesi che chiudevano così sul 25 a 18.

Terzo Set: Terzo parziale a portata di mano e vittoria quasi in tasca. Ma, come accaduto all’andata, i palermitani, sospinti dall’entusiasmo dei propri tifosi e grazie ai cambi oculati di Ferro, si rimettevano in carreggiata (sfruttando soprattutto diversi errori in ricezione dei peloritani) e vincevano per 25 a 23 un set dominato da Mazza e i suoi. Un round nel corso del quale si verificava una partenza “sprint” dei ragazzi di Centonze che andavano a far proprio il primo tempo per 8 a 7. Ma, a causa di diversi svarioni in difesa, il Palermo riprendeva coraggio nelle sue forze e rientrava prepotentemente in gara, andando avanti sul 16 a 15. Un punteggio che esaltava i padroni di casa che procedevano “a braccetto” fino al 23 pari. Poi qualche disattenzione di troppo degli ospiti consegnava il set ai palermitani.

Quarto Set: Si andava, pertanto, al quarto tempo, che cominciava con un Palermo al settimo “cielo” e i letojannesi in grave difficoltà. Centonze tentava di ricompattare i suoi, ma i locali non sbagliavano quasi nulla e si mantenevano in vantaggio di 5 lunghezze fino alla fine (25 a 20 per gli uomini di Ferro).

Tie-Break: Nel corso del quale gli jonici si ricomponevano e cercavano di ottenere il “sigillo” finale. Cosa che si concretizzava nell’arco di circa 15 minuti, con Mazza che risolveva tutto con una schiacciata potente e precisa per il definitivo 17 a 15. E adesso “testa” al Pozzallo che, sabato prossimo, giungerà al Pala “Letterio Barca” per cercare di “spezzare” il “ritmo” di un Letojanni che, da qui alla fine, dovrà ottenere ben 12 punti necessari per raggiungere un posto “al sole …”.

Cicala Palermo  2   Siciliana Maceri Volley Letojanni    Parziali Set: 23-25, 28-25, 25-23, 25-20, 15-17.

CICALA PALERMO: Teresi (4), Brucia ( 2 9), Marino (5), Gruessner (15), Geraldi (21), Calligaro (1), Lombardo (3), La Malfa (2), La Rosa (22), Cappadona, Tusa, Costanzo, Nastasi, Giorlando,. ALL.: Ferro
SICILIANA MACERI VOLLEY LETOJANNI: Scollo (3), Schipilliti (12), Schifilliti (3), Salomone (L1), Ruggeri (L2), Barbera (2), Princiotta (6), Calabrò (1), Mazza (23), Remo (9), Alaimo. N.E.: Caravello, Intilisano. ALL.: Centonze
ARBITRI: Mannarino e Pescatore di Roma

 



Video - Primo Piano


TUTTE LE TRATTATIVE DELLE SQUADRE ECCELLENZA E PROMOZIONE

Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci