Emanuele Monaco: Il mio ritorno al Calcio a 5...penso che sia lo sport adatto a me". Dopo l'Akron adesso c'è l'Alias.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home L'Intervista della settimana Emanuele Monaco: Il mio ritorno al Calcio a 5...penso che sia lo sport adatto a me". Dopo l'Akron adesso c'è l'Alias.

Emanuele Monaco: Il mio ritorno al Calcio a 5...penso che sia lo sport adatto a me". Dopo l'Akron adesso c'è l'Alias.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il suo amore per il pallone non si discute tanto la sua crescita è stata un binomio con il terreno di gioco, soprattutto di un’area del campo, in particolar modo lo specchio della porta con i suoi guantoni ed la maglia numero uno sulle spalle, una casacca portata dai primi calci bruciando rapidamente le tappe delle varie categorie giovanili, mettendosi in mostra nei campionati Giovanissimi e Allievi Regionali, tanto da esordire ancora non maggiorenne in Promozione contribuendo alla salvezza del suo Sportinsieme (stagione 2012-13) la squadra dove è cresciuto calcisticamente.

Poi come succede spesso nella vita, le cose cambiano, anche il mondo del pallone non sfugge a questa regola, ecco che per qualche anno la sua vita di calciatore è altalenante (esperienze con  Nuova Indipendente, Atletico Taormina (perde la finale play-off) tanto da pensare anche ad appendere i guantoni al chiodo.

Invece, succede quello che non ti aspetti, nell’estate 2015 arrivano le sirene dell’Akron Savoca di vestire la maglia numero 1 del calcio a 5 di mister Arturo Carciotto. . Per lui, un’assoluta novità ma una scommessa da vincere, ma soprattutto fare nuova esperienza alla fine scrive nella sua bacheca personale la vittoria del campionato che va ad aggiungersi a quelli vinti nel settore giovanile dello Sportinsieme.

Una lunga introduzione per un giovane ragazzo che dopo la breve parentesi con la Valdinisi in Prima Categoria ritorna ad essere protagonista nel campionato di calcio a 5. Stiamo parlando del 22enne  Emanuele Monaco che nella sua carriera ha vestito la casacca dello Sportinsieme, Nuova Indipendente, Atletico Taormina e Akron Savoca, adesso quella dell’Alias…..allora Emanuele, il primo amore non si scorda mai (calcio a 11), breve parentesi, adesso il ritorno al Calcio a 5?” È già ...il calcio a 11 mi ha dato tanto nella mia vita. Mi ha fatto conoscere tante persone e amici che oltre il campo ci vogliamo bene e ci rispettiamo tutti. Torno al calcio a 5 con più voglia dell’ anno scorso e con un pò di esperienza in più”.

Che cosa ti ha convinto a ritornare alla disputa del campionato di calcio a 5?Il  motivo principale sono stati i problemi fisici...poi mi sono accorto che non mi diverto più come prima.  Il livello è calato rispetto a 3-4 anni fa, ora anche in Eccellenza ci sono partite che finiscono 7a 0 o 8-1 ..questo è sintomo che il calcio in Sicilia sta perdendo valore. Il calcio a 5 al contrario si sta via via avviando ad una crescita importante. Mi ha convinto il campionato dell’ anno scorso con la maglia dell’Akron Savoca che oltre a vincerlo mi ha fatto divertire,  penso che questo sia lo sport adatto a me”.

Tu sei stato uno dei protagonisti della promozione dell'Akron Savoca in C/2........perchè alla fine hai preferito indossare la maglia del Valdinisi? “Non sono stato solo io il protagonista ma tutti i miei ex compagni di squadra che ognuno ha dato il suo contributo importante per la vittoria del campionato. Li ringrazio tutt’ora per la bellissima stagione che mi hanno fatto vivere. Guarda ad inizio anno ero dubbioso su cosa fare se tornare al calcio a  11 o a 5 c’ erano tante richieste per entrambe le categorie ma mi ero deciso di riprovare dj nuovo la porta grande che mi aveva visto protagonista in queste categorie dalla Promozione alla Seconda, una persona importante in estate era stata il mio grande preparatore dei portieri Pippo Di Pietro colui che mi consacrato come portiere mi aveva convinto a sposare questa avventura ma  ahimè i problemi fisici mi hanno fatto mollare in anticipo”.

A Dicembre la scelta dell'Alias perchè non un'altra squadra? “Ho scelto  l’Alias  per vari motivi, innanzitutto  per mister Sergio Briguglio grande amico mio e grande persona grande intenditore  di futsal dopo un via vai lungo dall’ estate a Dicembre siamo arrivati all’accordo. Conosco i ragazzi e mi sono trovato subito a mio aggio, sono delle bravissime persone, non mancano mai agli allenamenti e si allenano in modo esemplare.”

Il debutto in maglia arancione dell'Alias è stato vincente, il derby contro i cugini della Pgs....emozione particolare?Il debutto con l’Alias è stato scoppiettante,  per problemi che non vi vengo a dire eravamo 8 compreso il mister.. ma sin dagli allenamenti pre-derby c’era la voglia di vincerla questa partita per dimostrare che non eravamo quelli delle prime partite. Una partita il derby in cui sotto di due gol per due deviazioni non abbiamo mai mollato abbiamo pareggiato poi a 5 minuti dalla fine hanno fatto il 3 a2 il cui tiro ho visto solo all’ ultimo secondo ..3a 3 nasce da una mia uscita fuori dalla porta con un anticipo errato del difensore che ha fatto un assist al nostro compagno, poi sapete tutti com’è finita...i derby non si giocano i derby si vincono... “

Una cosa che non scorderai mai nel tuo periodo all'Akron Savoca? “Non scorderò mai il grande campionato che abbiamo fatto e le bellissime persone che facevano parte del gruppo  è stato il primo vero campionato di calcio a 5 è l ho vinto”.

Hai rammarico di non poter difendere la maglia del Savoca nel campionato di Serie C2? “Rammarico no, ma in estate si è creata una situazione strana  alla fine avevo deciso di non fare piu parte del progetto.Auguro a loro di salvarsi il prima possibile ma son sicuro che ci riusciranno il trio nizzardo Mazzaglia- Saida- Briguglio fa ancora la differenza”.

L'Alias secondo te che tipo di campionato disputerà. Quali obiettivi da raggiungere?L’Alias intanto scende in campo per vincere tutte le partite o almeno ci prova. Siamo un gruppo di ragazzi che ama giocare a futsal e che già sa i meccanismi del calcetto con i due nuovi innesti il marocchino Ayoub e di Gaetano Di Vieste  abbiamo delle soluzioni in più. Il mio obiettivo è  arrivare nei play off poi qualsiasi cosa sarà ben accettata”.

Grazie Emanuele per la tua disponibilità ti auguro buone feste?Grazie a voi ed auguro a tutti gli sportivi Buone Feste ed un Felice Anno Nuovo”.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci