Salvo Principato, come cambia la vita in pochi giorni: dall'incarico di allenatore al debutto vincente in Coppa Italia.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home L'Intervista della settimana Salvo Principato, come cambia la vita in pochi giorni: dall'incarico di allenatore al debutto vincente in Coppa Italia.

Salvo Principato, come cambia la vita in pochi giorni: dall'incarico di allenatore al debutto vincente in Coppa Italia.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Da una settimana siede sulla panchina dello Sporting Taormina, domenica il debutto vincente nella prima uscita ufficiale della stagione nella gara di andata di Coppa Italia di Eccellenza (1-0 sul campo del Pistunina). In pochi giorni da vice-allenatore e preparatore atletico di Gaetano Mirto alla guida tecnica del sodalizio taorminese del Presidente Mario Castorina nel campionato di Eccellenza.

Stiamo parlando del 47enne Salvo Principato, una vita trascorsa sui campi di calcio, prima come giocatore, poi il passaggio dell’altra parte è stato breve, la sua carriera di allenatore inizia nel lontano 1992, grazie al suo “maestro sportivo” Salvatore Biella……poi un percorso non sempre facile, ma alla fine la professionalità lo ha ripagato dei sacrifici sostenuti, soprattutto per il suo primo amore verso i giovani, tanti anni trascorsi accanto ai “futuri campioncini”.

Nell’ultima stagione sulla panchina della Berretti del Messina….arriva lo squillo dell’amico Mirto che lo vuole con sé a Taormina come suo collaboratore……..dopo 20 giorni di preparazione “per motivi personali” il tecnico randazzese non può continuare il suo impegno ad allenare lo Sporting…..indica in Salvo Principato l’uomo giusto per continuare il suo lavoro……

Salvo Principato con quale spirito hai accettato il nuovo incarico? “ Ho accettato con serenità ed entusiasmo certo della stima professionale manifestatami dalla Società, sin dai primi giorni di lavoro, e forte parallelamente dell’avallo di Gaetano Mirto, il primo a caldeggiare il mio nome in panchina”.

Gli obiettivi dello Sporting con Principato sono gli stessi d’inizio stagione? “Gli obiettivi della Società rimangono invariati, ovvero la permanenza nella categoria e la costruzione di una base solida, forte già di quella esistente, da migliorare e potenziare negli anni a venire per un importante futuro per Taormina sportiva”.

Tu hai sempre lavorato con i giovani, politica che cercherai di adottare anche a Taormina? “La valorizzazione dei giovani è stata da sempre il “leitmotiv” del mio percorso sportivo, lo Sporting Taormina dispone di un organico particolarmente ricco di giovani di valore, e considerato che anche la società punta molto sui giovani di prospettiva, il mio compito in tale direzione risulterà assolutamente agevolato”.

Sportinsieme, Messina…adesso Taormina, tre realtà diverse con aspettative diverse. L’esperienza maturata in questi anni ti sarà utile? “ Tutto il mio trascorso sportivo mi ha forgiato ed arrichito d’esperienza. Sportinsieme ha rappresentato la mia indimenticabile “palestra sportiva”, gli anni al F.C. Messina e poi A.C.R. Messina nei professionisti mi hanno permesso di crescere ancor di più professionalmente, non da meno è stato l’anno in Serie D con la Leonfortese. Ora è arrivata la chiamata del presidente Mario Castorina e sono certo che quanto maturato sui campi di gioco in questi anni a partire dal lontano 1995 mi tornerà utile per affrontare con il giusto piglio la nuova stagione sportiva”.

Alla Società hai chiesto dei rinforzi? Marco Scimone,vicepresidente dello Sporting ed il Presidente Castorina, sin dal primo incontro ad inizio preparazione hanno manifestato la volontà di potenziare, secondo la programmazione societaria annuale, il pur buon organico biancoceleste, consci che la rosa, in un campionato lungo e dispendioso come è l’Eccellenza, per svariati motivi, dovrebbe essere più ampia”.

Gaetano Mirto cosa rappresenta per la carriera di Salvo Principato? “Gaetano, prima di tutto è un amico, quindi un tecnico preparatissimo, con il quale i rapporti si sono fortificati a partire dal periodo trascorso insieme a Coverciano per il corso UEFA A, per allenatore professionista, aver poi condiviso altre esperienze sportive che ci hanno permesso di capirci al meglio e di apprezzare ciascuno le doti e le capacità dell’altro, ha sicuramente potenziato rapporti e competenze. Il mio pensiero in questo momento va a chi è stato il mio “maestro sportivo”, a chi nel lontano 1992, mi ha introdotto nel mondo del calcio, creduto in me e voluto accanto a se negli anni d’oro dell’Inter Club Barracca, l’indimenticabile Salvo Biella”.

Chi è il nuovo tecnico dello Sporting Taormina? Insegnate di educazione fisica  e allenatore di formazioni giovanili,  fautore della Scuola Calcio dello Sportinsieme, poi la parentesi con il Messina Calcio del Presidente Franza, allenando gli Allievi Regionali ottenendo ottimi risultati. Dopo l’esperienza messinese ritorna nel pianeta gialloblù seguendo da vicino la crescita dei giovani talenti del vivaio santateresino (come Peppe Maimone (oggi al Lecce) e Alessandro Saglimbeni (oggi alla Palmese). Allo Sportinsieme ha vinto diversi campionati giovanile, poi nella stagione 2012-13 si aprono le porte della Promozione. Poi l’esperienza nella Leonfortese in Serie D come secondo a Mirto. La scorsa stagione l’esperienza giallorossa con la Berretti del Messina.

N el suo percorso di maturazione di allenatore Salvo Principato ha preso parte a dei corsi di specializzazione essenziali per chi vuole praticare la professione di allenatore. Il tecnico santateresino, originario di Casalvecchio Siculo consegue la  laurea specialistica in scienza  e tecnica dello sport conseguita presso l’Università Tor Vergata di Roma, nel giugno 2009 ha superato brillantemente il Corso  Top di III livello presso la Juventus University di Torino, nel dicembre 2009   ad uno stage organizzato dai Centri di Formazione Inter (Cdf) in collaborazione con la rivista specializzata “Il Nuovo Calcio” un progetto nazionale di  elevata qualità strutturale tecnico organizzativa, avente come tema “Sviluppo dei fondamentali e consolidamento delle capacità coordinative nel calcio”.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci