Un gol di Segreto condanna alla sconfitta lo Sporting Taormina: vince il Rocca di Caprileone.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Aug 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2015/16 Un gol di Segreto condanna alla sconfitta lo Sporting Taormina: vince il Rocca di Caprileone.

Un gol di Segreto condanna alla sconfitta lo Sporting Taormina: vince il Rocca di Caprileone.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Una partita combattuta ma povera di spunti premia il Rocca di Caprileone, che approfitta di un errore della difesa taorminese per segnare un gol dal valore immenso nella lotta per il traguardo dei playoff. Lo Sporting, invece, abbandona ogni speranza di raggiungere il quinto posto in classifica, anche perché la squadra vista in queste ultime partite sta dimostrando di pagare il brillante cammino fatto fino alla fine di febbraio con prestazioni sotto tono.

I ragazzi di Coppa hanno fatto vedere ben poco di quanto sono capaci di fare e, soprattutto nella ripresa, quando gli ospiti hanno rallentato, non sono stati in grado di impensierire più di tanto Scurria. Giocato in un caldo pomeriggio primaverile, con gli spalti affollato da un centinaio di spettatori di entrambe le squadre, l’incontro ha visto solo agonismo sterile per oltre 20’.

Al 21’Lucarelli da 20 metri prova a sorprendere Gulisano, ma il portiere blocca. Al 25’ Ancione viene lanciato in area e controlla con maestria ma viene intercettato prima della conclusione. Una innocua azione a centrocampo al 35’ favorisce gli ospiti, grazie ad uno strano rimbalzo della palla che disorienta i difensori taorminesi e favorisce Segreto che, di sinistro, al volo fulmina Gulisano. Al 42’ il primo di una serie di infortuni che hanno frammentato la partita. Uno scontro fortuito fra Triolo e Segreto lascia a terra quest’ultimo che viene soccorso ed esce in barella, anche se rientrerà nella ripresa.

Dopo l’intervallo gli ospiti calano il ritmo, ma lo Sporting non riesce ad approfittarne per rendersi pericoloso. Al 21’ Urso ci prova da 25 metri ed impegna Scurria, bravo a mettere in angolo. Il pressing dello Sporting si fa più insistente, mentre i tirrenici si proiettano in contropiede verso la porta di Gulisano.

La partita si innervosisce e qualche fallo di troppo non viene adeguatamente sanzionato. Poco prima della mezz’ora Segreto subisce un secondo trauma al torace ed è costretto a ricorrere alle cure mediche, lasciando il campo in barella. Una inopinata espulsione di Marziale lascia lo Sporting in dieci e la speranza di recuperare diventa effimera. Anzi, in pieno recupero, Biondo in contropiede impegna Gulisano, la cui respinta favorisce Ceraolo che, a porta vuota, manda alto. Subito dopo, anche Biondo ha una favorevole occasione ma il portiere taorminese è sempre pronto a parare il tiro ravvicinato. Finisce con la festa del Caprileone ancora saldamente al secondo posto e la mesta uscita dalla scena di uno Sporting comunque dignitoso.

Sporting Taormina 0   Rocca di Caprileone 1

 

  • Marcatore: 35’ pt Segreto.
  • Sporting Taormina: Gulisano 6, Orlando 5,5, Urso 5,5, Puglia, 6, Filistad 5,5 13’ st Marziale 5), Trovato 6, Emanuele 5,5 (1’ st Nicolosi 5), Mannino 6,5, Battaglia 6, Ancione 5,5 (25’ st Famà), Giannaula 5. All. Coppa.
  • Rocca di Caprileone: Scurria 6, Russo 6,5, Galati 5,5, Lucarelli 6,5, Segreto 6,5 (30’ st Ceraolo), Miano 6, D’Anna 6, Mento 5,5, Triolo 5,5, Biondo 6,5, Venuti 6,5. All. Bellinvia.
  • Arbitro: Girgenti 5,5 da Agrigento. Assistenti: Spadaro e Taranto da Ragusa.
  • Espulsi :nel st 38’ Marziale e 43’ Mannino.

 

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci