Colpo dello Sporting Taormina sul campo dell'Igea Virtus: decide Ancione.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Tuesday
Oct 16th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2015/16 Colpo dello Sporting Taormina sul campo dell'Igea Virtus: decide Ancione.

Colpo dello Sporting Taormina sul campo dell'Igea Virtus: decide Ancione.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Con un rigore trasformato a 10’ dalla fine da Ancione lo Sporting Taormina espugna il “D’Alcontres” di Barcellona superando per 1-0 l’Igea Virtus per la gara valevole per la seconda giornata del campionato di Eccellenza.

Una gara equilibrata che si infiamma nei minuti finale: al 79’ l’episodio che decide il big-match della giornata quando Ravidà mette giù Giannaola con l’arbitro che  indica il dischetto di rigore ed espelle  il capitano igeano tra le proteste dei padroni di casa.  Dagli undici metri non sbaglia Ancione, vantaggio che rimane fino al triplice fischio finale, anche se al 90’ i padroni di casa reclamano un calcio di rigore per un contatto in area tra Orlando e Isgrò, non è dello stesso parere il direttore di gara che ravvede la simulazione dell’attaccante che si becca il secondo giallo e viene espulso.

Per il resto la gara è stata equilibrata con leggera supremazia territoriale dell’Igea Virtus che nella prima frazione ha provato di scardinare la retroguardia taorminese con un tiro dalla distanza di Crifò, al 30’ una conclusione di Biondo rimpallato dalla difesa ospite con pallone che arriva a Cannavò che da ottima posizione conclude debolmente, al 42’ in contropiede l’Igea fa tremare lo Sporting: Biondo mette in moto Mento che apre sulla sinistra per Isgrò che si destreggia bene ma conclude fuori dello specchio della porta.

Lo Sporting Taormina non sta certamente a guardare: al 5’ un colpo di testa di Munafò di poco sopra la traversa, al 40’ punizione di Puglia con palla che arriva a Battaglia che manda sopra la traversa.  Prima del riposo ancora Puglia su punizione impegna Inferrera che riesce ad alzare la minaccia sopra la traversa.

Al rientro in campo l’Igea Virtus si presenta con più determinazione, mostrando una manovra più fluida, già al 49’ sugli sviluppi di un corner battuto da Mento, Crifò costringeva Gulisano a salvarsi in angolo. Al 60’ Cardia spreca sotto porta, 65’ tocca a Cannavò che di testa manda fuori, al 75’ ancora protagonista Gulisano che devia in angolo un’azione partita da Isgrò il cui traversone raggiunge Mento che gira di testa, ma si deve arrendere al numero uno taorminese.

Poi gli episodi finali che hanno deciso la gara che ha premiato con la vittoria la formazione di mister Marco Coppa a punteggio pieno, con un particolare in due gare nessun gol subito, tre gol fatti di cui due su calcio di rigore ( dal dischetto sempre Ancione).

La prossima settimana l’Igea Virtus giocherà al Tupparello con l’ Acireale, lo Sporting Taormina al Valerio Bacigalupo ospiterà l’altra capolista Catania S. Pio X.

Igea Virtus    0   Sporting Taormina   1

Marcatore: 80’ Ancione su rigore.
Igea Virtus: Inferrera, Ravidà, Dall'Oglio, Calabrò ( 76’ Lanza), Cardia (76’ Quattrocchi), Andaloro; Biondo, Crifò, Cannavò, Mento (85’ Castellino), Isgrò. All. Raffaele.
Sporting Taormina: Gulisano, Orlando, Urso, Puglia (70’ Mannino), Filistad, Trovato, Emanuele, Munafò, Battaglia ( 66’Rapisarda), Ancione (87’ Mancino), Giannaola. All:. Coppa
Arbitro: Augello di Catania. Assistenti: Maccarrone di Acireale e Fusari di Catania.

 

 

 

 

 

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci