Francesco Giunta: "il mio sogno è vincere i play-off e dedicare la vittoria a mio padre".

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Sunday
Jun 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home STORIA CLUB Francesco Giunta: "il mio sogno è vincere i play-off e dedicare la vittoria a mio padre".

Francesco Giunta: "il mio sogno è vincere i play-off e dedicare la vittoria a mio padre".

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Alì Terme – Si è concluso da una settimana un’esaltante campionato di Terza Categoria, un torneo forse il più bello degli ultimi dieci anni. Ai nastri di partenza ben 12 formazioni, di cui sette al loro primo campionato, coinvolgendo intere comunità da anni senza una propria squadra di calcio, alla fine a trionfato dopo 22 gare il Furci di mister Carmelo Fasolo.

La grande rivelazione del torneo, sostenuta appassionatamente da un’intera cittadinanza, è stata senz’altro l’Ascd Alì Terme del Presidente Pietro Mosca. Un imprenditore appassionato di calcio che insieme ad un gruppo di amici ha voluto fortemente il “ calcio giocato” nella cittadina termale.

La formazione aliese, allenata dal giovane santateresino Francesco Giunta ( alla sua prima esperienza da allenatore), al suo primo anno di affiliazione alla Figc, dopo la gloriosa Vigor Alì degli anni ’80, si è classificata al quarto posto, qualificandosi alla disputa degli spareggi-play-off per il salto di categoria. Il primo ostacolo da affrontare sabato 2 Maggio sul neutro di Villafranca Tirrena la giovane temibile formazione della Peloro Annunziata. Contro i messinesi, la formazione di mister Giunta deve assolutamente vincere ( per la peggior posizione in classifica) l’incontro per disputare la gara finale contro la vincente di Atl.Roccalumera –Riviera Sud.

Alla vigilia dell’importante evento calcistico per la cittadina aliese abbiamo fatto una chiacchierata con il giovane allenatore dell’Alì Terme Francesco Giunta:

- Mister come vi state preparando alla prima gara di play-off contro la Peloro?

“Siamo consapevoli della loro forza, ci stiamo allenando intensamente curando gli aspetti tattici-tecnici della gara. Loro giocano con il classico 4-4-2, una formazione che esprime un ottimo gioco che sfrutta moltissimo le fasce…”

- Al riguardo a previsto delle contromisure ?

“ Noi faremo la nostra partita, rimanendo fedele alle nostre caratteristiche di gioco espresso nell’arco del campionato, giocheremo come sappiamo fare”.

-Mister lei è giovanissimo, appena 23 anni, allena una squadra di giovani con qualche elemento d’esperienza. Qual è il suo rapporto con i suoi giocatori?

“Il mio rapporto con i ragazzi, siamo tutti della stessa età, è basto principalmente sull’amicizia sul rispetto umano, soprattutto nel rispetto dei ruoli. Un gruppo compatto che si frequenta anche al di fuori dell’ambito sportivo.”

-I rapporti con la Società?

“ Sono buoni. C’è un ottimo feeling con il Presidente e con il resto della dirigenza.”

-Al di là del verdetto finale dei play-off, il prossimo anno sarà ancora al timone dell’Alì Terme?

“ Per me non ci sono problemi a rimanere nella squadra aliese. Una società giovane, seria, un gruppo che può crescere. Anche se in questo momento sono interamente concentrato alla gara dei play-off contro la Peloro, per il resto ci pensiamo in futuro”.

- I rapporti con la tifoseria?

“ I tifosi ci seguono da per tutto, soprattutto fuori casa. Per noi oltre ad onorare la maglia, sono uno stimolo in più per dare il massimo. I tifosi sono il nostro dodicesimo uomo in campo. So che si stanno organizzando con un pullman per dare il loro sostegno alla squadra in un momento delicato della stagione.”

- Come giudica il campionato appena conclusosi?

“ Eccezionale per quanto mi riguarda. Rispetto agli anni passati un campionato migliorato con un spessore tecnico medio- alto. Oltre all’entusiasmo che a contagiato un po’ tutti.”

- La classe arbitrale è stata all’altezza del livello tecnico del campionato?

“ Una classe arbitrale mediocre”.

- Un giudizio su campi di calcio della nostra riviera?

“ Sono scadenti, campi inagibili dove spesso si rischia anche l’incolumità dei ragazzi”.

- Il suo sogno nel cassetto?

“Adesso vincere i play-off. Dedicare la vittoria a mio padre che ci teneva tanto a questo gruppo di ragazzi, alcuni cresciuti calcisticamente con lui nello Sportinsieme ( Marino, Di Bella, M. Caminiti , solo per accennare ad alcuni …..)".

- Dopo la scomparsa di suo padre, si aspettava di prendere il suo posto?

“No. Sono rimasto sorpreso ma allo stesso tempo immensamente felice. Un momento emozionante quando tutta la squadra è venuta a casa per affidarmi il posto che era di mio padre”.

Un ragazzo semplice il giovane Francesco Giunta impegnato con i suoi ragazzi ad raggiungere un importante traguardo sportivo con i colori sociali dell’Alì Terme.

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci