Miister Marchetti crede nei paly-off. Prima l'ostacolo Agira.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Monday
Oct 15th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Promozione Archivio Promozione Miister Marchetti crede nei paly-off. Prima l'ostacolo Agira.

Miister Marchetti crede nei paly-off. Prima l'ostacolo Agira.

E-mail Stampa PDF

ACIREALE - E' spareggio. Alla fine la rincorsa del Città di Acireale non si è realizzata in pieno proprio all'ultima giornata, quella del pareggio tra le proprie mura contro la Spadaforese; tuttavia ,contro l'Agira nello spareggio, la squadra di Marchetti avrà l'occasione di riscattare il pari deludente contro i messinesi e così trovare la strada dei play off. Ci crede la società, ci crede la squadra. Un torneo ,comunque, che ha confermato l'ottimo lavoro compiuto negli anni dalla famiglia Marchetti e dal direttore generale Franco Ruggeri. La squadra acese si è infatti ben distinta sebbene una breve flessione a metà campionato, nel finale però i granata sono stati in grado di rialzarsi con autorità.
Adesso, come rilevato, lo spareggio diventa un vero crocevia per consentire a questa società di potere coronare il traguardo storico dei play off. Un obiettivo che già l'anno scorso gli acesi fallirono proprio all'ultima giornata contro il Belpasso. Già quel Belpasso che, qualora si dovesse vincere lo spareggio contro l'Agira, la squadra di Marchetti si ritroverebbe nella semifinale dei play off.
Lo spareggio contro l'Agira, come è stato comunicato nelle scorse ore dalla federazione, si giocherà domenica prossima a Biancavilla. Una notizia confermata dal direttore generale del sodalizio granata Franco Ruggeri: «E' una notizia giuntaci poche ore fa - ha esordito Ruggeri - per noi sarà comunque un onore poter disputare uno spareggio per un obiettivo così importante quali sono i play off promozione. I ragazzi sono certo che metteranno in campo grande cuore e determinazione».
Su qualche critica piovuta nei giorni scorsi per il deludente pareggio interno contro la Spadaforese, Ruggeri taglia corto: «Mi rendo conto che qualcuno ci sia rimasto male - ha continuato Ruggeri - ma non dimentichiamo che di fronte avevamo una squadra forte ed attrezzata per la categoria. I ragazzi non hanno fatto alcun calcolo anche perché non aveva senso. Ci siamo battuti con ardore fisico ma, purtroppo, la palla non è andata dentro. Del resto qualche buona occasione nel primo tempo l'abbiamo avuta. Nella ripresa, poi, ovviamente, è subentrata la paura in entrambe le squadre considerato che la posta in palio era alta».
Contro l'Agira ci vorrà comunque il miglior Città di Acireale per aggiudicarsi la gara: «Arriviamo a questo spareggio tonici e motivati. Un aspetto - sottolinea Ruggeri - che è confermato dagli ottimi risultati ottenuti dai ragazzi sin dalla vittoria esterna contro l'Atl. Riposto, una vittoria che ci è servita da stimolo e ci ha dato consapevolezza della nostra forza. La squadra è pronta per questa delicata sfida, ritroviamo tra l'altro Russo dopo le giornate di squalifica».
I play off sarebbero un traguardo importante per gli acesi e Ruggeri lo sa bene: «Sarebbe il giusto premio per il lavoro svolto in questi anni dalla famiglia Marchetti».

 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci