Il Mandanici ha il suo George Weah: il bomber Peppe Santoro.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Nov 23rd
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home L'Intervista della settimana Il Mandanici ha il suo George Weah: il bomber Peppe Santoro.

Il Mandanici ha il suo George Weah: il bomber Peppe Santoro.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Uno dei protagonisti di quest’inizio di campionato di Terza Categoria è senz’altro un “bomber” che non segna spesso, ma quando decide di mettere la palla in fondo alla rete “regala” alla propria squadra “punti pesanti”.

Decisivo nella vittoria all’esordio in campionato contro il Francavilla ( entra in corso della gara è va in gol alla Pippo Inzaghi ),  stesso dicasi contro il Gruppo VV.FF., gol vincente del 4-3 che regala la leadership in classifica. Ma lui rimane sempre umile, non cerca la gloria ma essere utile per la squadra che ha un obiettivo da raggiungere.

Stiamo parlando dell’attaccante Giuseppe Santoro,  29 anni  prima di indossare la casacca del Mandanici, in passato ha vestito la maglia dell’Akron Savoca, Calcio Sparagonà e Aria Preziosa mettendo a segno una quarantina di gol alla nostra domanda di indicarci il gol più importante segnato  nella sua carriera calcistica, ci risponde senza pensarci su: “ sicuramente  l’ultimo quello segnato contro il Gruppo VV.FF è stato veramente molto importante per la squadra”.

Quellò più bello?  “Un’ attimo di pausa, sorride senz’altro quello segnato quando vestito la maglia del Calcio Sparagonà nella stagione 2009 un gol spettacolare  all’incrocio dei pali….” La domanda sorge spontanea la squadra avversaria? “ Aspetta qualche secondo prima di risponde, si guarda intorno, il Mandanici……risata generale”. Propria la sua attuale squadra guidata da mister Carmelo Cacciola “ una brava persona che sta dando molto alla squadra, siamo una famiglia che va oltre la gara domenicale”

Due gol che valgono sei punti per il Mandanici, guardando le statistiche tu finora hai giocato poco meno 90’……” non ha importanza, siamo un gruppo quando il mister mi manda in campo io dò il massimo per me ma soprattutto per la squadra”.

Il tuo prossimo gol a chi lo dedicherai? “ Non ci pensa un attimo, sicuramente a Dominik Palella. Perché? Il legame di amicizia che ci lega”.

Il tuo credo calcistico? “ Avere passione, essere un gruppo affiatato dentro e fuori il campo”.

I punti di forza del Mandanici? “ Innazitutto mister Cacciola, poi senza alcun dubbio l’anima della squadra due giocatori che ci trasmettono tranquillità forte della loro esperienza, ovvero Ciccio Carpillo e Gianpaolo Agnone che ci incitano sempre durante la settimana”.

Tre aggettivi per definire l’attaccante Peppe Santoro? “ Veloce, umile e caparbio”.

Il tuo idolo? “ Senza dubbio George Weah”.

Il tuo idolo nel Mandanici? “ Agnone per la sua umiltà”

Il tuo sogno nel cassetto? “Vincere il campionato  con la maglia del Mandanici”.

Rigore al decisivo al 90’ che può valere un’intera stagione la squadra indica te per la trasformazione….? “ Una grossa responsabilità ma allo stesso tempo la fiducia dei miei compagni ……… “.

Un rigore di potenza o di astuzia? “ ……..alla Platini”.

E’ mia prassi chiudere  le interviste con una classica domanda…….chi butteresti dalla torre: Agnone, Carpillo o Di Blasi? “ Mi metti in difficoltà……non ho alcun dubbio senz’altro Ciccio Carpillo. La motivazione? E’ il più anziano, in campo serve gente fresca che corre per 90’”.

 




Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci