Coppa Italia, il Milazzo con Camarda, Venuti e Alosi supera 3-1 il Città di Messina.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Wednesday
Jun 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eccellenza Archivio Eccellenza 2014-15 Coppa Italia, il Milazzo con Camarda, Venuti e Alosi supera 3-1 il Città di Messina.

Coppa Italia, il Milazzo con Camarda, Venuti e Alosi supera 3-1 il Città di Messina.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

In una calda e umida serata il Milazzo ha superato 3-1 il Città di Messina al “Grotta Polifemo” per l’andata del primo turno della Coppa Italia di Eccellenza. Prestazione brillante dei rossoblù nel primo tempo, in cui hanno ha dominato la scena andando a segno due volte e sciorinando giocate eleganti, partite soprattutto dai piedi di capitan Mirco Camarda. Nella ripresa si è registrato un calo che ha generato il gol di un mai domo Città di Messina, ma ci ha pensato Ciccio Alosi a mettere al sicuro il match per i padroni di casa.

La cronaca: Mister Alacqua deve fare a meno dello squalificato Cristiano Parisi e lancia dal 1′ Salvatore Leo. In mezzo al campo ci sono Camarda e Alosi, Dama parte dalla panchina. Nel Città di Messina in campo tanti ex:  su tutti “Il Principe” Filippo Romeo, capitano delle precedenti due stagioni milazzesi, Andrea FleriFrancesco Durante.

I rossoblù partono subito all’attacco, assaltando la tre quarti giallorossa, il Città di Messina però non lascia varchi. Al 11′, sugli sviluppi di un corner, bordata di Alosi dal limite respinta dai centrali messinesi a pochi metri dalla porta. Al 23′ ecco il vantaggio: punizione dai 25 metri, calcia Mirco Camarda di destro, la sfera si insacca alla destra di Durante. I messinesi provano a reagire, per lo più su azioni di rimessa ma nonostante la buona volontà di Mastroieni e Calogero non riescono a pungere. Al 33′ ci prova dalla distanza Filippo Bella , uno dei migliori in campo, Durante blocca in due tempi. Al 39′ “Charlie” Venuti parte dalla linea mediana palla al piede, ha di fronte l’intera retroguardia messinese ma nonostante ciò prosegue testardamente nell’azione personale e viene steso da Munafò in piena area. E’ rigore che lo stesso Venuti trasforma.

Ad inizio ripresa il clichet sembra il medesimo della prima frazione. Al 52′ spunto di Venuti che si trova solo davanti a Durante, tocca in mezzo per Frisenda ma il suggerimento è troppo corto e i giallorossi si salvano in corner. Sugli sviluppi del primo corner Galletta sfiora l’autorete mettendo nuovamente la sfera oltre il fondo. Da quest’ultimo calcio d’angolo ne scaturisce un contropiede micidiale del Città di Messina: fuga sulla destra di Calogero che mette in mezzo un perfetto spiovente per la testa di Fleri il quale realizza il gol dell’ex. Al 66′ gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Costa ed i milazzese provano subito ad approfittarne due minuti dopo con una bella discesa di Venuti, traversone per Rino Frisenda ma il tentativo a botta sicura si infrange nel corpo di un difensore.

Da questo momento iniziano dieci minuti di black-out. Al 70′ Gallettaci prova dai 20 metri, Sanfilippo para in due tempi. Al 72′ gran giocata di Mastroieni che riceve palla, supera Gualdi, si accentra e lascia partire un fendente dai 10 metri, la risposta di Francesco Sanfilippo è miracolosa. Fleri spinge come un forsennato sulla sinistra, Mastroieni fa il diavolo a quattro sull’altro versante Al 75′ ancora lo scatenato Mastroieni fa tremare il pubblico di fede rossoblù ma la sua conclusione dal limite dell’area piccola si perde clamorosamente sul fondo, probabilmente grazie anche ad un “disturbo” da parte di Leo nel disperato tentativo di salvataggio. Ed ecco che nel momento di difficoltà arriva la giocata del fuoriclasse Alosi che, al 78′, sfodera un gran sinistro da fuori area che non lascia scampo a Durante. E’ il 3-1 finale. Il match torna in mano al Milazzo ed al 80′ l’estremo difensore messinese blocca in due tempi un destro radente di “Cavallo Pazzo” Peppe Dama. Ma forse il passivo sarebbe stato troppo severo per il Città di Messina.

Domenica 31 andrà in scena il ritorno al “Celeste” di Messina. Buona la cornice di pubblico registrata al “Grotta Polifemo” (circa 400 unità) e, finalmente, qualche coro proveniente dalla gradinata, dei quali uno, commovente, dedicato a Marco Salmeri.

MILAZZO – CITTA’ DI MESSINA 3-1

  • MILAZZO: Sanfilippo, Russo, Gualdi, Bella, Leo, Dall’Oglio, Venuti (87′ Mangano), Alosi, Frisenda (69′ Dama), Camarda, Laquidara (88′ Maisano). A disp: Di Dio, Milano, Perantoni, Impalà. All. Alacqua.
  • CITTA’ DI MESSINA: Durante, Nicolò, Fleri, Romeo, Ballarò, Munafò, Libro (46′ Galletta), Costa, La Rocca (54′ Calarco), Mastroieni, Calogero (69′ Romano). A disp: Trovato, Busà, D’Alessandro, Iovine. All. D’Andrea – D’Alessandro.
  • ARBITRO: Salvo di Barcellona P.G. Assistenti: Alesci e De Pasquale di Barcellona P.G.
  • RETI: 23′ Camarda, 39′ rig. Venuti, 53′ Fleri, 78′ Alosi.
  • NOTE: Al 66′ espulso Costa per doppia ammonizione. Ammoniti: Dall’ Oglio, Munafò, Calarco, Romeo, Alosi. Spettatori 400 circa.
 



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci