Lo Sporting Taormina impone la legge del Bacigalupo: 3-0 alla Spadaforese.

SportJonico.it

lo sport della riviera jonica messinese

Thursday
Jul 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Lo Sporting Taormina impone la legge del Bacigalupo: 3-0 alla Spadaforese.

E-mail Stampa PDF

Apre il giovane Sparacino, chiude il veterano Amante con l’intermezzo di Urso: risultato finale  lo Sporting Taormina supera la Spadaforese con un secco 3-0.

Nell’anticipo della quarta giornata del campionato di Promozione Girone C al Valerio Bacigalupo di Taormina si affrontano i padroni di casa dello Sporting e la Spadaforese, alla fine dei 90’ i tre punti vanno ai ragazzi di mister Coppa che salgono a quota sette punti in graduatoria a tre punti dalla coppia di testa Jonica-Pedara, mentre per gli ospiti  arriva la prima sconfitta stagionale rimangono a quota cinque punti.

Una gara che non ha avuto storie sin dalle prime battute è stata sempre nelle mani dei padroni di casa  che costruiscono una gran mole di gioco con il reparto offensivo che sciupa molto in fase realizzativa. La prima occasione è nei piedi di Sparacino riceve palla al limite dell’area con Fazio che gli chiude lo specchio della porta, conclusione con  la sfera  che finiesce all’esterno della rete.

E’ il preludio del vantaggio: siamo al 16’ cross di Urso, la palla arriva a Sparacino da due passi mette alle spalle di Fazio per il vantaggio dei padroni di casa. Nonostante il vantaggio i ragazzi di Coppa continuano a pressare in area della Spadaforese al 24’ l’arbitro non vede un fallo di mano in piena area di un difensore ospite.

Dal possibile rigore si passa all’insidiosa punizione ospite con il bomber Buda che impegna  in tuffo il portiere Gulisano.  La Spadaforese non demorde al 26’ ancora con Buda si rende pericolosa in area taorminese: la rovesciata dell’attaccante sorvola la traversa. Nel momento migliore degli ospiti, al 32’ lo Sporting va vicinissimo al raddoppio: lancio in profondità di Miceli, Sparacino è solo davanti al portiere: pallone fuori.  Il raddoppio è solamente rimandato di pochi minuti: protagonista con un tiro dai 20 metri è Urso con la sfera che si insacca all’incrocio dei pali che manda in delirio i tifosi di casa.  Si va al riposo sul punteggio di 2-0.

Stesse formazioni al rientro in campo, sono subito gli ospiti con il solito Buda a far capire ai locali che non ha nessuna intenzione di mollare:sul  tiro dell’attaccante tirrenico  Gulisano si supera e respinge, c’è un batti e ribatti in area, la palla sta per entrare in rete ma Trovato salva sulla linea. Come succede spesso nel calcio, dal possibile 2-1 arriva il 3-0: siamo al 48’ traversone di Urso e gran colpo di testa di Amante a scavalcare il portiere Fazio che si deve inchinare per la terza volta. Ancora protagonista Fazio che evita il 4-0 deviando in angolo al 54’ una conclusione di  Catania.

La Spadaforese cerca il gol della bandiera al 62’ con Buscema con spalle alla porta, tenta l’impossibile con un tiro al volo. Ultimo sussulto di una gara che non riserva altre emozioni fino al triplice fischio finale che sancisce la  vittoria dello Sporting che ha visto in Gulisano per i padroni di casa e Buda per gli ospiti i migliori in campo.

Sporting Club Taormina   3    Spadaforese   0

  • Marcatori: 16’ Sparacino, 36’ Urso, 48’ Amante.
  • Sporting Taormina: Gulisano, Pino, Urso, Miceli (76’ Mannino), Stracuzzi, Trovato, Emanuele, Puglia, Rasà, Amante (51’ Catania), Sparacino (72’ Rapisarda). All. Coppa.
  • Spadaforese: Fazio, Broccio, Alessio, Di Bella, Alibrandi, Angrisani, Molonia, Florio (51’ Manzella), Buscema, Buda, D’Angelo (59’ Doddis). All. Mancuso.
  • Arbitro: Carpenzano di Ragusa. Assistenti: Cacciola di Catania e Massari di Ragusa.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 14 Giugno 2018 13:04 )  



Video - Primo Piano


Trasmissione Sportiva

Top menu

Contattaci